Domenica 7 maggio in 10 città italiane le “Famiglie Arcobaleno” daranno vita alla “festa delle famiglie”, una giornata interamente dedicata alla celebrazione di ogni tipo di unione, dalla formula classica, un papà e una mamma, a due mamme, due papà, un genitore single e chissà cosa altro ancora.

La festa, che coincide con il “International Family Equality Day,” festeggiato in tutto il mondo al motto di “LOVE MAKES A FAMILY”, si svolgerà in contemporanea a Barletta, Ferrara, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Terni, Torino, Verona.

OBIETTIVO: NORMALIZZARE

Obiettivo evidente dell’iniziativa è quello di trasmettere un’immagine di assoluta normalità di ogni tipologia di famiglia, al di là del sesso dei suoi componenti.

La presidente delle “Famiglie Arcobaleno”, Marilena Grassadonia, nel presentare l’evento, ammette come il suo movimento stia compiendo uno “sforzo supremo” al fine di moltiplicare il più possibile gli appuntamenti di “normalità gay”, sottolineandone il carattere rivoluzionario emblematicamente sintetizzato nello slogan adottato “Ogni famiglia è una rivoluzione”:

“Abbiamo deciso di moltiplicare le feste sul territorio italiano perché dopo quest’anno di grandissima visibilità sui giornali e in Parlamento vogliamo continuare a farci conoscere dalla gente in giro per le città, vogliamo incontrare persone per raccontare le nostre famiglie e farci raccontare come sono le loro. Per questo abbiamo scelto come slogan “Ogni famiglia è una rivoluzione”, una rivoluzione che parte dal basso e che riguarda non solo noi, ma tutti gli italiani che sperimentano ogni giorno quanto sia vario e in continua mutazione il mondo delle famiglie. Sarà l’occasione per ribadire che ogni famiglia è unica e speciale a modo suo e che al centro di tutto rimane il benessere e la serenità dei bambini e delle bambine, serenità che passa anche dal riconoscimento giuridico dei loro diritti e dei loro affetti”.

RIVOLUZIONE SOCIALE

La “festa delle famiglie”, festeggiata in Italia da nord a sud, intende dunque, secondo le parole degli stessi promotori, compiere una rivoluzione all’interno della nostra società, affermando l’equivalenza e legittimità di ogni forma di famiglia. Un folle ed ideologico piano di distruzione della famiglia naturale che ha come sue prime ed incolpevoli vittime i bambini costretti a crescere, loro malgrado, senza una mamma od un papà.

Fine ultimo di tale processo sovversivo è la creazione di una società capovolta, fondata sul diktat omosessualista, dove sarà fuori luogo e discriminatorio festeggiare la ricorrenza della “festa della mamma” che ci apprestiamo a celebrare la prossima domenica 14 maggio.

GLI APPUNTAMENTI DELLA “FESTA DELLE FAMIGLIE”:

Barletta: Incontro alle 17.30 all’Anfiteatro del Castello con banchetti informativi, intrattenimento e giochi, merenda, letture animate. Alle 20 saluti con palloncini.

Ferrara: Incontro alle 15 al centro “Isola del tesoro”, in Piazza XXIV Maggio. Festa in piazza con attività per i bambini, laboratori per i genitori e merenda condivisa. Dalle 15.30 alle 17.30 incontro di gruppo sui temi dell’educazione alla non violenza e alla non discriminazione.

Firenze: Incontro alle 15 al Parco della Limonaia di Villa Strozzi, in Via Pisana 77. Previsti laboratori culturali e giochi, merenda alle 16.00, spettacolo musicale alle 18.30 e info point.

Milano: Incontro alle 12.00 ai giardini pubblici Indro Montanelli dietro le giostre. Giochi e laboratori per bambini, pic nic assieme.

Napoli: Incontro in Lungomare Liberato, Rotonda Diaz alle 10.00. Dalle 10.30 laboratori culturali, intrattenimento e giochi, poi concorso per bambini e, alle 12.30, flash mob. Alle 14.00 saluti con palloncini.

Palermo: Incontro alle 10.30 e merenda. Dalle 11 laboratori creativi, giochi ludico-educativi, poi pic-nic, spettacolo di fiabe animate, e ancora giochi fino a sera.

Roma: Incontro alle 11.00 a Villa Ada, Viale Hans e Sophie Scholl. Giochi, letture e spettacolo di giocoleria e piccolo circo. Poi pic nic assieme e, nel pomeriggio, “Olimpiadi arcobaleno”, giochi e laboratori artistici.

Terni: Incontro alle 15.00 al Parco Le Grazie in Viale Trento con attività per bambini, letture, laboratori, merenda assieme, giochi.

Torino: Incontro alle 11.30 in Piazza Carlo Alberto, allestimento tavolini con il cibo al suono della Banda Radan, alle 13.00 tutti a tavola e dopo giochi da strada per tutti i bimbi, bancarelle, lettura di libri a cura di Lettori d’Assalto.

Verona: Incontro a Corte Molon, in Via dela Diga 17, alle 10.30. Evento speciale di presentazione del libro di Serena Marchi “Mio, tuo, suo, loro” dedicato alla gestazione per altri. In contemporanea laboratori per bambini, pranzo, altre attività per bambini (tra cui yoga e teatro) nel pomeriggio, momento musicale.