Come la Casa Arcobaleno di Milano, è nata a Roma il Refuge Lgbt, prima casa d’accoglienza temporanea per persone gay vittime di maltrattamenti in famiglia, violenze e discriminazioni dovute all’orientamento sessuale. La Casa Refuge è nata nel 2007 grazie alla Croce Rossa Italiana, al Gay Center con il sostegno della Regione Lazio ed accoglie ragazzi tra i 18 e i 26 anni. Fornisce assistenza gratuita agli ospiti H24 oltre a facilitare il loro reinserimento professionale offrendo anche supporto psicologico, sociale, legale, orientamento scolastico e mediazione culturale e sociale. L’argomento della non accettazione della propria identità sessuale è una tematica che va trattata con grande delicatezza e competenza, speriamo che in questo centro si pensi al vero bene dei ragazzi e non invece a imporre  i dogmi Lgbt.