Sembra essere calato il silenzio sull’agghiacciante vicenda di Ferrara, dove i due coetanei adolescenti Riccardo e Manuel hanno ferocemente ucciso i coniugi Vincelli, genitori del primo.

Le indagini vanno ovviamente avanti a spron battuto, poiché non appare assolutamente chiaro il movente legato ad una semplice amicizia che abbia spinto a questa folle complicità, o tuttalpiù motivi economici pari ad una cifra di mille euro, con la quale Riccardo Vincelli avrebbe “comprato” l’amico Manuel, esecutore della strage procurata con un’ascia.

Già da alcune dichiarazioni rilasciate da Manuel potevano balzare alla mente ipotesi strane, specie quando questi ha esternato di avere un legame fortissimo con l’amico, che lo avrebbe spinto a fare qualsiasi cosa.

Le ipotesi sono senz’altro tante, e i media hanno provveduto ad esporle tutte: tranne una.

Sul settimane “Giallo“, diretto da Andrea Biavardi, è stata pubblicata una notizia sconvolgente, la quale rivela che i due ragazzini sarebbero in realtà molto più che amici. Il movente potrebbe essere legato invece ad un rapporto omosessuale dei due e, proprio in seguito all’opposizione dei due genitori, il figlio sedicenne avrebbe deciso di eliminarli per sempre con l’aiuto di Manuel che avrebbe agito “per amore” e non per amicizia, come invece aveva dichiarato al padre in carcere. 

Un amore forse morboso e non accettato dal resto della famiglia e che probabilmente aveva indotto i due ad alimentare nel tempo un odio nei confronti dei coniugi Vincelli. 

L’attivista Volker Beck e l’omicida Marco Prato uniti dal medesimo stile di vita gay

Questo potrebbe seriamente spiegare il movente finora sconosciuto e in effetti si può supporre che solo un legame così morboso – come raccontavano alcun compagni di scuola – avrebbe potuto scatenare un qualcosa di così tremendo.

Sul settimanale Giallo, sempre dedito ad occuparsi di casi come questo, si legge anche:

«Nei giorni precedenti all’omicidio, Manuel aveva anche pubblicato un messaggio su Facebook in cui provava a svelare il suo amore segreto per Riccardo. Un messaggio ispirato al testo di una canzone del cantante rap Sac1: “Per sbaglio si sono innamorati”»

Tutte supposizioni o “scoop” lanciati per attirare l’attenzione sulla propria rivista? Questo non possiamo dirlo, ma resta certamente curioso il fatto che le luci della ribalta mediatiche si siano improvvisamente spente, senza ipotizzare nemmeno la notizia.

Non è nostro intento esternare giudizi temerari, ma l’ipotesi legata ad un rapporto omosessuale potrebbe prendere campo sulla pista delle indagini.

Vero è che, se questa indiscrezione trapelata del settimanale risultasse veritiera, sarebbe il terzo caso in pochissimo tempo legato al movente omosessuale, spesso unito a veri e propri raptus di follia dettati da una vita ed un’identità sregolata. A confermarlo non sarebbero altro che i precedenti: il caso Varani e il caso di Gloria Rosboch.