Dal 25 marzo dell’anno scorso su Disney Plus è disponibile il nuovo cortometraggio della Pixar Animation Studios che, ispirato ad una storia vera, introduce il primo personaggio gay. Il nuovo cortometraggio è stato diretto da Steven Clay Hunter già animatore dei film Alla ricerca di Nemo, Gli Incredibili 2 e Toy Story 2. I personaggi Lgbt erano già presenti in altri film Disney ma si trattava di personaggi secondari ora in questo corto sono i principali protagonisti della storia. Protagonista della storia è Greg, un ragazzo semplice, che con il suo compagno Manuel sta traslocando in una nuova casa. Un giorno Greg riceve la visita improvvisa dei suoi genitori e in quel momento Greg e il suo cane si scambiano i corpi. Trasformatosi nel suo cane, Greg cerca di nascondere le prove della sua relazione con Manuel ma poi si rende conto che non ha nulla da nascondere. Non capiamo la trama surreale e banale di questo corto, la Pixar ci aveva abituato a belle storie di animazione, originali e con contenuti importanti. Si può spiegare solo perchè evidentemente la Pixar si è sottomessa alla dittatura del pensiero unico che vede nell’esaltazione dei personaggi Lgbt un sicuro successo commerciale.