A “Modern family“, dopo la coppia gay, arriva il bambino transgender. Lo scorso 28 settembre, la popolare sitcom statunitense, giunta alla sua ottava stagione, ha infatti mandato in onda l’episodio “A Stereotypical Day” con protagonista Jackson Millarker, un piccolo attore trans di soli 8 anni. 

L’episodio, diretto da Ryan Case, ha visto Millarker nel ruolo di Tom, amico trans di Lily, figlia adottiva della coppia gay formata da Mitchell (Jesse Tyler Ferguson) e Cameron (Eric Stonestreet), genitori fieri di aver cresciuto una figlia “emancipata”, quando la piccola Lily gli annuncia che dopo scuola verrà a casa un suo amichetto trans.

modern-family-lead-large_trans9rg-p7f8wnnss1ppckrmr4dedsc0ibgqr1zkhfytynm
Come ha riportato “ABC”, ripresa dal sito “Blastingnews.it”, il tema della puntata è l’accettazione:

“Cam e Mitchell , genitori sicuri di essere senza preconcetti e orgogliosi dell’apertura mentale della loro bambina, nel corso dell’episodio si dovranno fermare a riflettere sull’educazione data a Lily (Aubrey Anderson-Emmons). La bimba, infatti, dopo aver invitato l’amichetto a casa lo insulta, provocando nei genitori un turbamento che li porterà a impartire a Lily una profonda lezione sull’accettazione”.

La premiata #Serie TV americana, vincitrice di 22 Emmy Awards, continua dunque la sua opera di “normalizzazione” di ogni tendenza sessuale, impartendo ai suoi giovanissimi telespettatori lezioni di educazione alla fluidità di genere secondo il folle diktat etico odierno