Lush, l’azienda di saponi e cosmetici fatti a mano, è da tempo schierata dalla parte della normalizzazione omosessuale e non perde occasione per ribadirlo. Nel 2015 la multinazionale del sapone è stata protagonista di una campagna social alla quale era stata associato un prodotto lgbt-friendly, un sapone dorato con la scritta “GAY IS OK”.

Questa volta, in vista dell’imminente festa degli innamorati del 14 febbraio, Lush ha rinnovato il proprio supporto alla causa LGBT lanciando una disgustosa campagna raffigurante coppie delle stesso sesso nell’atto di farsi il bagno in un vasca ovviamente ripiena di sapone Lush.

Un portavoce di Lush ha spiegato cosi l’ennesima iniziativa della sua azienda in occasione di San Valentino:

“A Lush crediamo che l’amore trascenda il gender. Abbiamo deciso di fare una cosa quando abbiamo pensato alla creazione delle nostre immagini per San Valentino, abbiamo voluto cogliere l’amore tra due persone e crediamo che è quello che abbiamo fatto con queste immagini”

MESSAGGIO PERVERSO AI NOSTRI GIOVANI

Con la campagna di Lush, continua imperterrito il bombardamento nei confronti delle giovani generazioni sottoposte ad un fuoco ideologico senza precedenti. Una società sana e veramente civile metterebbe all’istante al bando tali immagini promotrici di un messaggio depravato e perverso.