Maschio, Femmina o X. Tre saranno le scelte a disposizione dei cittadini statunitensi dello Stato di Washington a partire dal prossimo 27 gennaio 2018. Per chi non si sente né uomo né donna sarà dunque sufficiente rispondere, come firmavano gli analfabeti di un tempo, con una bella X a certificare l’ “ignoranza” riguardo il proprio sesso biologico.

Tutti i cittadini che lo riterranno opportuno potranno dunque modificare il sesso sui propri documenti in completa autonomia senza la necessità di recarsi dal medico per ottenere un attestato di certificazione. L’unica eccezione prevista riguarda i minorenni per i quali sarà ancora obbligatorio presentare il consenso scritto dei genitori e una certificazione medica.

L’introduzione del “terzo sesso” sui documenti dei cittadini dello Stato di Washington rappresenta un ulteriore delirante “innovazione” figlia del folle asservimento ai dettami “politically correct” del pensiero unico LGBT+.