L’attrice americana Zoe Saldana nota, sopratutto negli Stati Uniti, per i suoi ruoli cinematografici in Avatar, Star Trek e Guardiani della Galassia ha fatto parlare di se ultimamente per alcune sue dichiarazioni rilasciata al magazine di gossip People a favore dello stile di vita “gender fluid”, in perfetto “spirito del tempo”.

Raccontando dei suoi due figli gemelli nati nel 2004, l’attrice ha infatti sottolineato come, assieme al marito, l’italiano Marco Perego, abbia scelto di optare per un’educazione totalmente libera dall’imposizione di genere.

“I miei figli amano il rosa glitterato e sono loro a scegliere cosa vogliono indossare. Solo loro”. 

I due gemellini, secondo Zoe Saldana, stanno dunque crescendo “liberi” dalle presunte opprimenti e castranti convenzioni sociali così da poter costruire in totale autonomia la rispettiva identità sessuale, sulla base dei propri istinti e desideri:

“A me e a mio marito non piace l’idea di doverci concentrare solo sul reparto dedicato ai maschietti. A volte, quando non troviamo quello che ci serve, andiamo con i bambini nel reparto delle bambine. Scelgono quello che vogliono indossare. Hanno comprato recentemente delle scarpette da ginnastica glitterate e rosa e sono le loro preferite. Noi non abbiamo problemi“.

Il programma educativo politically correct adottato da Zoe Saldana e suo marito si attiene scrupolosamente al “gender diktat” odierno, ignorando i gravissimi traumi e le disastrose conseguenze alle quali andranno inevitabilmente incontro i loro incolpevoli figli.