La compagnia aerea olandese KLM, da sempre in prima linea nella promozione della causa LGBT+, questa volta si è data la cosiddetta “zappa sui piedi”.  Lo “spiacevole” ed involontario episodio si è infatti verificato in occasione della campagna lanciata per il Gay Pride di Amsterdam, dove l’account Twitter della KLM ha pubblicato un post recitante “non importa con chi fai clic. Happy #PrideAmsterdam”, accompagnato da un immagine con 3 cinture di sicurezza arcobaleno di cui due con estremità uguali, a simboleggiare l’amore gay e quello lesbico, e una terza invece con le estremità diverse, ovvero normali a significare l’amore etero.

Tuttavia, guardando la foto è evidente come il clic di cui si parla nel tweeet sia possibile unicamente in una delle 3 soluzioni erroneamente proposte come equivalenti, ossia quella normale e complementare “maschio/femmina”, dove le fibbie si incastrano alla perfezione. Nel caso delle 2 fibbie identiche, gay e lesbo, il clic non lo farai mai!

LE REAZIONI DEL WEB

L’immagine dei “clic impossibili” è divenuta in breve tempo virale, scatenando il popolo della Rete che ha immediatamente fatto notare il clamoroso paradosso della foto scelta per promuovere la normalità e l’equivalenza di ogni tipo di unione al di là dei sessi dei componenti.

Tantissimi sono stati infatti i tweet goliardici di risposta, volti a sottolineare il grossolano errore di propaganda commesso dalla KLM, di cui ne riportiamo di seguito alcuni:

grazie per aver dimostrato di nuovo che LGBT è assurdo”;

Fly Royal Dutch Airlines, dove la tua unica possibilità di sopravvivere ad un crash è allacciare la cintura di sicurezza in modo eterosessuale”;

felice di vedere che per la KLM in natura e nel mondo spesso c’è solo uno schema che funziona per lo scopo voluto”;

una involontaria lezione di realtà dalla KLM”;

il tuo subconscio conosce la verità”;

IL “CLIC” DELLA LEGGE NATURALE

In conclusione, osservando l’immagine pubblicata dalla KLM, accompagnata dal tweet “non importa con chi fai clic”, salta immediatamente all’occhio l’effettiva anormalità e incompatibilità delle unioni contro natura.

Per rispecchiare quella che è la vera realtà dei fatti, il tweet andrebbe aggiornato, correggendolo in “non importa se non fai clic“, dal momento che per gli ideologi del gender quello che conta infatti non è fare clic, ovvero riconoscere e seguire la legge naturale, ma unicamente assecondare, in maniera cieca, i propri istinti e pulsioni, piegando la realtà ai loro, personalissimi e sempre mutevoli, gusti e desideri.