In Polonia la catena francese Carrefour Polska, che conta in questa nazione 900 punti vendita, ha ritirato dalla televisione di stato, la Telewizja Polska (Tvp), la pubblicità perchè aveva ricevuto la segnalazione di un utente che l’accusava che i suoi spot pubblicitari erano comparsi vicino a commenti negativi sulla comunità Lgbt.

Carrefour Polska in un tweet aveva risposto di aver sospeso la campagna pubblicitaria perchè non voleva essere accostata a messaggi che “non corrispondono ai valori dell’Azienda”. Inoltre l’Azienda aveva affermato che le sue politiche impediscono che le campagne pubblicitarie vengano presentate insieme a temi come razzismo, violenza e sesso. Infatti l’Azienda ha così specificato:” Abbiamo deciso di non pubblicare i nostri annunci su contenuti che non riflettono i valori di tolleranza, rispetto per le altre persone o rispetto per la diversità”.

Fa riflettere il fatto che sia bastata una semplice segnalazione di un utente per far sospendere una campagna pubblicitaria dal valore di migliaia di euro. La paura di essere tacciati di omofobia, anche se in questo caso la Carrefour non è responsabile, ha costretto l’Azienda anche a dare dei chiarimenti.