Dalla Florida arrivano le raccapriccianti fotografie dell’ “uomo incinto” Kayden Coleman, un transgender, nato donna, che dopo essersi sottoposto per anni a diversi cicli di terapia ormonale ed aver assunto sembianze maschili con tanto di folti peli e barba, ha concepito una bambina che oggi ha 22 mesi. L’inaspettata gravidanza è arrivata nel momento in cui Coleman è stato costretto a bloccare, momentaneamente, l’assunzione di ormoni mascolinizzanti per poter affrontare l’intervento di doppia mastectomia necessario per il completamento della sua transizione da femmina a maschio. La pausa ormonale di sole 6 settimane, alla vigilia dell’operazione, è stata sufficiente affinché Coleman, provvista ancora di un apparato riproduttivo perfettamente funzionante, fosse in grado di concepire una bambina assieme al marito Elijah.

kaydenL’uomo incinto ha commentato al New York Daily News la sua incredibile storia, dichiarando: “Ero scioccato. Mi ci è voluto un attimo per capire bene la situazione. Ma, allo stesso tempo, ero impegnato a trovare una soluzione per affrontare al meglio le cose in un periodo di tempo cosi breve, dato che ho scoperto di essere incinta quando ero già alla ventunesima settimana”. Oggi Kayden Coleman e suo marito Elijah sono genitori di Azaelia, una bambina di un anno e mezzo, ovviamente ancora inconsapevole della propria allucinante vicenda. Come scrive il quotidiano americano, “I genitori della piccola Azaelia hanno chiarito che spiegheranno alla bambina, quando avrà più o meno 5 anni, com’è venuta al mondo e dichiarano di non volere altri figli. Azaelia rimarrà il loro primo, ed unico, “miracolo””.

A prendersi gioco della natura purtroppo i risultati a volte sono disastrosi e irreparabili. Azaelia è la piccola incolpevole vittima di una madre possiamo, a ragione, dire “snaturata” che in nome delle proprie disordinate e perverse tendenze calpesta gli elementari diritti naturali dei suoi stessi figli. 

trans16n-3-web

I commenti sono chiusi.