Gli eventi di promozione e “normalizzazione” gay sono all’ordine del giorno e spaziano in ogni settore. Tra questi, ovviamente anche lo sport, attività dalla forte e assicurata presa mediatica. E’ in questa prospettiva che anche quest’anno per la quarta volta si svolgeranno a Roma gli Italian Gaymestre giorni di sport all’insegna della propaganda LGBT con competizioni di basket, tennis, pallavolo e calcio a 5.

La manifestazione patrocinata dal CONI ed organizzata da Gaycs – Dipartimento lgbt di Aics (Associazione Italiana Cultura Sport) in collaborazione con Dì Gay Project, Gay Village e altre associazioni sportive gay friendly, si svolgerà dal 6 all’ 8 luglio 2017.

Sul sito dell’evento si apprende inoltre che nel 2019 la città di Roma ospiterà gli Eurogames ossia il Campionato Multisportivo lgbtqi Europeo:

“Nel 2019 la Capitale Italiana, Roma, si colorerà dei colori dell’arcobaleno ospitando gli Eurogames: l’evento sportivo più grande d’Europa della comunità lgbtqi. Gli Eurogames, chiamati per esteso European Gay and Lesbian Multi-Sports Championships, ovvero Campionato Multisportivo lgbtqi Europeo, sono aperti a chiunque indipendentemente dall’orientamento sessuale, dall’identità di genere o dall’età. Dopo il grande successo della passata edizione, ospitata ad Helsinki, Roma è lieta di accogliere gli atleti provenienti da tutta Europa per unirsi nello sport in favore dei Diritti Civili”.

L’IMPORTANE E’ NORMALIZZARE!

La macchina della “normalizzazione” LGBT non arresta il suo corso e procede spedita, potendo contare ovunque su potenti sponsor e patrocini. Dalla politica allo Sport, in ogni campo la parola d’ordine è “normalizzare”!
Parafrasando il celebre adagio del barone Pierre de Coubertin, fondatore dei moderni “Giochi Olimpici”, potremmo che il motto degli Italian Gaymes è:

“L’importante non è vincere ma normalizzare. La cosa essenziale non è la vittoria ma la certezza di aver contribuito alla promozione della normalità gay! “