La clinica degli orrori, il Tavistock Center di Londra, dove bambini anche di tre anni “diventano” bambine e viceversa, è finita sotto inchiesta da parte del Times.

Così inizia l’inchiesta:

“Gli esperti avvertono che l’unica clinica di [riassegnazione del] genere per bambini del National Health Service sta rischiando un “esperimento dal vivo” avviandone centinaia verso interventi medici cambia-vita senza sufficienti prove dei loro effetti a lungo termine”.

Cinque medici del centro si sono dimessi (negli ultimi tre anni è successa la stessa cosa ad un’altra decina di medici); in particolare questi erano responsabili nell’indirizzare i bambini verso la somministrazione ormonale che blocca la pubertà, a cui fanno seguito gli ormoni del sesso opposto somministrati a partire dai 16 anni di età.

Cosa denunciano questi medici? Il fatto che molti di questi bambini venissero spinti verso la “transizione ormonale” senza che gli esperti potessero valutare i motivi della loro confusione sessuale.

Malgrado la contrarietà dei medici, questi raccontano di aver subito pressioni nell’indirizzare i giovani pazienti al trattamento ormonale.

Uno di essi afferma:

 “Ciò che mi ha trattenuto al lavoro negli ultimi due anni è stato il senso che c’era un numero enorme di bambini in pericolo. Ero lì per proteggere i bambini dall’essere danneggiati”.

Molto dannosa- testimoniano essi- la propaganda di associazioni LGBT come Mermaids che orienta i minori ad il cambiamento di sesso senza possibilità di discutere.

La clinica inglese degli orrori che avvia i bambini confusi – anche dall’età di tre anni!– ad il cambio di sesso, non rappresenta uno scenario distopico da romanzo di fantascienza, ma è più vicina a noi di quanto pensiamo.

Poche settimane fa infatti, il padre di un ragazzo “trans” ha raccontato alla Nuova Bussola che all’ospedale Niguarda di Milano il figlio è stato indirizzato al trattamento ormonale già al secondo colloquio con lo psicologo, nonostante pareri contrari di altri medici.

“La transizione di genere viene proposta come fosse una cosa normale, addirittura una scelta avanzata”

Comprendiamo dunque bene la violenza profondissima che si sta esercitando nei confronti di minori vunerabili e confusi; invece di aiutarli a ritrovare serenità ed equilibrio nel proprio corpo, li si spinge violentemente a “transizionare”, secondo la folle ideologia LGBT.