Dal 6 al 14 maggio 2017 la città di Genova, per il secondo anno, ospiterà il festival Life – Persone oltre il genere, una lunga kermesse LGBT+ patrocinata dal Comune del capoluogo ligure che, come dichiarano gli organizzatori, si pone l’obiettivo di “trasformare” in meglio la nostra società:

L’obiettivo del Festival è iniziare “un progetto biopolitico, realizzando un Quaderno Trans che favorisca un dialogo, finalmente libero dal pregiudizio, tra la realtà transgender ed il resto della società, contribuendo così alla costruzione di una società migliore”.

L’evento, organizzato da Arcigay Genova e Teatro della Tosse, con il sostegno finanziario di “Coop Liguria”, in collaborazione con numerose altre sigle LGBT+ territoriali, prenderà il via il 6 maggio con l’inaugurazione, alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Genova, Marco Doria e del Segretario Arcigay nazionale, Gabriele Piazzoni.

A seguire sarà di scena la compagnia teatrale Motus con il suo spettacolo “MDLSX“, un vero e proprio manifesto politico della fluidità sessuale, presentato così dagli stessi autori:

“un ordigno sonoro, inno lisergico e solitario alla libertà di divenire, al gender b(l)ending, all’essere altro dai confini del corpo, dal colore della pelle, dalla nazionalità imposta, dalla territorialità forzata, dall’appartenenza a una Patria”.

Domenica 7 maggio sono invece in programma due “immancabili” appuntamenti rivolti ai più piccoli:

  • Laboratorio per bambini: Amici Incubi che avrà luogo alle ore 16 al Teatro della Tosse;
  • Laboratorio per bambini a cura di dell’Ufficio infanzia e adolescenza di Arci Genova. Durante il laboratorio – specificano gli organizzatori – sarà letto il libro, già dal titolo inquietante, “Mi piacciono gli incubi” di Severine Vidal e Amelie Grauz (Ed. Settenove).

La sera alle 21,15 presso il Teatro della Maddalena è prevista la proiezione di Gayby Baby, un documentario di Maya Newell, che racconta la storia di Gus, Ebony, Matt e Graham, quattro bambini australiani tra i 10 e i 12 anni, figli di coppie gay e lesbiche. Un pellicola di pura “educazione” e normalizzazione alla “genitorialità” gay e lesbica.

FITTO PROGRAMMA DI INDOTTRINAMENTO

Nei giorni successivi, il programma di “indottrinamento” LGBT+ prosegue con una serie di altri appuntamenti analoghi. Qui sotto riportiamo il programma completo della manifestazione, ma qui ci limitiamo a segnalare solo alcuni incontri dedicati ai bambini:

LUNEDI 8 MAGGIO

Laboratorio per bambini – Il trasformatore – Ore 17 – Biblioteca De Amicis
“Quante volte – scrivono gli organizzatori – vediamo dettagli che ci ricordano qualcos’altro? Non sempre quello che vediamo è quello che sembra e ogni volta ci sorprende. Durante il laboratorio sarà letto il libro “Sembra questo sembra quello” di Maria Enrica Agostinelli”.

In altre parole, la realtà non è quello che è. Ognuno di noi è libero di potersela costruire da sé, a proprio gusto e piacimento, secondo mutevoli e personalissimi istinti.

DOMENICA 14 MAGGIO

Laboratorio per bambini: un circo davvero speciale – Ore 16 – Teatro della Tosse
Chi ha mai detto che fare la maglia sia una cosa da femmine? Chi ha mai scritto che giocare con i Lego sia da maschi? Ognuno fa quello che vuole e questo ci piace! Durante il laboratorio sarà letto il libro “Ettore l’uomo straordinariamente forte” di Magali Le Huche.

Sulla stessa linea anche il laboratorio del 14 maggio che si pone l’obiettivo di inculcare nelle menti non ancora formate dei più piccoli l’indifferenza sessuale, teorizzando la necessità di rimuovere, o secondo il pensiero degli ideologi del gender, “de-costruire” gli stereotipi di genere che limitano e “opprimono” i nostri bambini.

CONNUBIO IDEOLOGICO

Il festival LGBT+, promosso dall’Arcigay e patrocinato dal Comune di Genova, con il supporto e la collaborazione di numerosi altri soggetti, mette in luce, ancora una volta, il decisivo connubio ideologico in atto tra istituzioni e lobby gay, al fine di portare avanti il folle piano di “normalizzazione” dell’omosessualità e di qualsivoglia tendenza sessuale all’interno della nostra società.

Ecco il programma del Festival “Life – Persone oltre il genere”

SABATO 6 MAGGIO

Inaugurazione – Ore 18,30 – Teatro della Tosse
Viene ufficialmente dichiarato aperto il festival Life – Persone oltre il genere alla presenza di autorità, amici, volontari e attivisti. Con Marco Doria, Sindaco di Genova,  Domenico Lazzaro, Direttore artistico di LIFE festival. Gabriele Piazzoni, Segretario Arcigay nazionale. Amedeo Romeo, Direttore Fondazione Luzzati e Teatro della Tosse, Carla Peirolero, Festival e Compagnia Suq. Conduce il giornalista Matteo Macor. A seguire aperitivo.

MDLSX – Ore 21,30 – Teatro della Tosse
MDLSX è ordigno sonoro, inno lisergico e solitario alla libertà di divenire, al gender b(l)ending, all’essere altro dai confini del corpo, dal colore della pelle, dalla nazionalità imposta, dalla territorialità forzata, dall’appartenenza a una Patria.

DOMENICA 7 MAGGIO

Laboratorio per bambini: Amici Incubi – Ore 16 – Teatro della Tosse
Laboratorio per bambini a cura di dell’Ufficio infanzia e adolescenza di Arci Genova. Durante il laboratorio sarà letto il libro “Mi piacciono gli incubi” di Severine Vidal e Amelie Grauz (Ed. Settenove).

Gayby Baby – Ore 21,15 – Altrove Teatro della Maddalena
Gayby Baby segue le vite di quattro ragazzini – Gus, Ebony, Matt e Graham – i cui genitori sono gay. Mentre i quattro ragazzini sono alle prese con i mutamenti e i conflitti tipici della loro età, il mondo esterno discute con forza sulla parità di diritti per le persone omosessuali, sull’uguaglianza dei matrimoni gay, sui rischi veri o presunti per i bambini cresciuti in famiglie omoparentali, ovvero con genitori dello stesso sesso.

LUNEDI’ 8 MAGGIO

Stonewall – Ore 16, 19 e 21,15 – Cinema Sivori
Il risveglio sociale e politico di un giovane gay e la presa di coscienza della sua sessualità avvengono nei giorni che condurranno alla rivolta di Stonewall.

Laboratorio per bambini – Il trasformatore – Ore 17 – Biblioteca De Amicis
Quante volte vediamo dettagli che ci ricordano qualcos’altro? Non sempre quello che vediamo è quello che sembra e ogni volta ci sorprende. Durante il laboratorio sarà letto il libro “Sembra questo sembra quello” di Maria Enrica Agostinelli.

MARTEDI’ 9 MAGGIO

Rara – Ore 16, 19 e 21,15 – Cinema Sivori
Sara, tredici anni, vive con la sorella minore Catalina, con sua madre Paula e con Lia, la compagna della madre. La loro è una quotidianità serena e spensierata, fino a quando l’adolescenza di Sara non solleva in lei dei problemi: il confronto con i compagni, l’ansia di farsi accettare dai ragazzi, la paura di venir giudicata.

Let’s do the time warp again #Musicforlife
Show di Pandango & Unconventional Band

MERCOLEDI’ 10 MAGGIO

Three Generations – Ore 16, 19 e 21,15 – Cinema Sivori
Il film racconta la storia di un ragazzo nato in un corpo femminile e registrato all’anagrafe col nome di Ramona. Presa coscienza della situazione, sceglie per sé il nome Ray e inizia la difficile strada che gli serve per farsi accettare dalla sua famiglia e, soprattutto, dalla nonna.

Chi salverà le rose? – Ore 21 – Altrove Teatro della Maddalena
Una delicata storia d’amore fra due uomini anziani e un rapporto fragilissimo con la figlia di uno di loro. Una famiglia arcobaleno ante litteram che si troverà ad appianare attriti e incomprensioni prima che sia troppo tardi. Un finale a sorpresa, durissimo, che fa riflettere e discutere.

GIOVEDI’ 11 MAGGIO

Peli – Ore 20,30 – Teatro della Tosse
Due donne giocano a Burraco, l’una di fronte all’altra. “Alza”. Una distribuisce le carte. L’altra le raccoglie. “Ho delle carte orrende”. Dice sempre così, pensa l’altra. Un gioco educato, una conversazione formale, quella confidenza propria dei rapporti adulti appesantiti da una vita di non detti. Una è vedova, ha perso il suo uomo, il suo amore, l’altra è vedova pur non essendolo. Il passato e il presente gettano le due donne in un continuo scambio di potere.

VENERDI’ 12 MAGGIO

Delirio di una trans populista – Ore 20,30 – Teatro della Tosse
Delirio di una trans populista è il delirante comizio di addio di un populista alle folle di adoranti seguaci, attraverso le parole del leader austriaco Jörg Haider riprese da Elfriede Jelinek. Parole che invocano la purezza della Nazione e l’assimilazione degli individui in una massa compatta. Nello spettacolo di Adriatico, il leader è nientemeno che una transessuale, con il corpo e la voce di Eva Robin’s, che arringa folle sparute di ardenti fanciulle barbute, durante le loro esercitazioni ginnico-militari, pronte a immolarsi per la causa.

SABATO 13 MAGGIO

T racconto: percorsi di transizione FTM e MTF – Ore 17,30 – Teatro della Tosse
L’incontro dal titolo “T racconto: percorsi di transizione FtM e MtF”, vedrà protagoniste persone in transizione di genere (FtM e MtF) che parleranno del loro percorso, raccontando la loro quotidianità e le difficoltà legate ad una normativa ormai superata che ne regola il percorso.

Giovanni Ricciardi #Musicforlife – Ore 17 – Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti
Concerto di musica classica e letture con Giovanni Ricciardi e Claudio Pozzani.

Variabili Umane – Ore 20,30 – Teatro della Tosse
Il progetto Variabili Umane ha ricevuto il Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti” nel 2010 con le seguenti motivazioni: con la decisione, né facile né superficiale, di affidare a una dimensione di spettacolo un laboratorio nel quale si è toccato alla radice il problema dell’identità biologica, civile ed emotiva della persona, la compagnia ATOPOS fa sì che il teatro diventi luogo di visibilità per una biopolitica, e ancora più in profondità, per una condizione umana che non avrebbe altrimenti luoghi in cui manifestarsi. Una prova di coraggio, determinata e sincera, una partitura scenica il cui il tema dell’ambiguità si declina in linguaggio che richiama le forme epiche dello spettacolo di varietà, nelle sua dimensione aperta, grottesca, anti-naturalistica, plurale.

DOMENICA 14 MAGGIO

Laboratorio per bambini: un circo davvero speciale – Ore 16 – Teatro della Tosse
Chi ha mai detto che fare la maglia sia una cosa da femmine? Chi ha mai scritto che giocare con i Lego sia da maschi? Ognuno fa quello che vuole e questo ci piace! Durante il laboratorio sarà letto il libro “Ettore l’uomo straordinariamente forte” di Magali Le Huche.

Transito – Ore 17,45 – Giardini Luzzati
Testi tratti dal libro “The Danish Girl” di David Ebershoff. Musiche tratte dalla colonna sonora del film omonimo per la regia di Tom Hoope. Attraverso le parole di Ebershoff, si raccontano le fasi salienti del cammino di un uomo verso la realizzazione del proprio sogno, sogno che la maggior parte di noi non si accorge di vivere ogni giorno.

Varichina – La vera storia dell finta vita di Lorenzo De Santis – Ore 21,15 – Altrove Teatro della Maddalena
Varichina è un film documentario del 2016 diretto da Mariangela Barbanente e Antonio Palumbo. Lorenzo De Santis è il primo, chiassoso e pittoresco omosessuale dichiarato, vissuto a Bari a cavallo del XX secolo. Nel quartiere Libertà, negli anni settanta e ottanta, essere gay è difficile, confessarlo al mondo è molto rischioso. Lorenzo De Santis, detto “Varichina”, lo sa. Ma non ci sta. E grida al mondo la sua verità, incurante del fatto che il mondo può fargli molto male. Tra testimonianze reali e ricostruzioni, “Varichina” è la storia a tinte forti di un uomo che di una vita senza privilegi ha fatto una bandiera.