La scrittrice Rowling, madre di Harry Potter, è finita nel polverone di accuse da parte della comunità LGBT per aver preso le difese di un lavoratore licenziato, in quanto aveva scritto che “gli uomini non possono trasformarsi in donne“.

Ma le polemiche si sono riaccese nel giugno scorso quando la Rowling ha ritwittato un articolo che utilizzava la frase “persone che hanno le mestruazioni” per definire le donne. La Rowling, rispondendo ai commenti polemici, ha poi aggiunto che cancellare il concetto di sesso rimuove la capacità di molti di discutere in modo significativo le proprie vite“.

Di fronte al fiume inarrestabile di critiche nei confronti delle opinioni espresse sulla sessualità dei trans, la scrittrice ha deciso di restituire il prestigioso Premio ‘Ripple of Hope‘ assegnatole l’anno scorso dall’associazione Robert F. Kennedy per i diritti umani.

La decisione della Rowling è arrivata dopo che la presidente dell’associazione, Kerry Kennedy – la figlia 60enne di Robert F. Kennedy – ha affermato che le affermazioni della Rowling secondo cui il sesso è assegnato alla nascita, avevano “sminuito l’identità delle persone trans e non binarie“.

La Rowling sul suo sito web ha sottolineato che le parole della Kennedy “implicavano erroneamente che fossi transfobica“. E per questo ha deciso di restituire il premio e la somma in denaro ad esso legata.

Sono profondamente rattristata dal fatto che Kerry Kennedy si sia sentita obbligata ad adottare questa posizione, ma nessun premio o onorificenza, indipendentemente dalla mia ammirazione per la persona a cui il premio è intitolato, significa così tanto per me da perdere il diritto di seguire i dettami della mia coscienza“, ha aggiunto la scrittrice.

Quanto accaduto alla Rowling è indicativo della vera natura della comunità LGBT: lungi dall’essere “aperta alle differenze ed alla tolleranza”, si scaglia diffamando ed accusando tutti coloro che hanno idee diverse ed oggettivamente vere, come che si può essere solo maschi o femmine e che chi ha le mestruazioni è una donna.