Gli attivisti LGBT hanno elogiato Toy Story 4 per aver inserito un piccolo ma significativo momento di rappresentazione delle famiglie arcobaleno.

“All’inizio del film, quando Bonnie, la nuova proprietaria di Woody, va alla scuola materna per il suo primo giorno di scuola, c’è una rapida scena in cui un bambino viene portato da due mamme. Più tardi, le mamme tornano a prendere il loro bambino e gli danno un abbraccio. È una piccola scena, certo, e non è certamente la rappresentazione principale che gli LGBT stavano aspettando, ma è ancora importante. Questo è uno dei più grandi film dell’anno, dopo tutto, e sarà visto da milioni di tutte le età in tutto il mondo” ha detto Gay Times in un articolo del 26 giugno.

Il film è stato prodotto dagli studi Pixar che sono proprietà della Disney, una società che è uno dei più grandi imperi mediatici del mondo.

Kate Gardner di The Mary Sue ha concordato sul fatto che il momento pro-LGBT “non è stato innovativo per nessuno standard”, ma ha elogiato la scena come un “piccolo momento di normalizzazione“.

“Stiamo parlando di un film importante a misura di famiglia, una delle più grandi uscite della Disney Pixar, e c’è anche una coppia lesbica con il figlio. E’ un piccolo momento di normalizzazione, anche se in secondo piano. Questo non è uno spettacolo di Netflix, ma un film della Disney Pixar, ed ha mostrato due donne che si prendono cura del proprio figlio insieme” ha scritto.

“La scena è sottile al fine di desensibilizzare i bambini. Ma è ovvio che il bambino ha due madri -ha scritto Monica Cole, direttore di One Million Moms- La scena è stata inclusa con il “solo scopo di tentare di normalizzare questo stile di vita ha aggiunto.

Cole ha detto che Toy Story 4 è “l’ultimo posto in cui i genitori si aspettano che i loro figli si confrontino con contenuti riguardanti l’orientamento sessuale. Questioni di questo tipo vengono introdotte troppo presto”.

“La Disney ha deciso ancora una volta di essere politicamente corretta rispetto al suo scopo di intrattenimento per famiglie. La Disney dovrebbe attenersi ad intrattenere invece che esporre i bambini ad argomenti controversi” ha aggiunto.

“L’inclusione molto breve di una coppia dello stesso sesso sullo sfondo di una scena, che abbiamo notato in questa recensione aggiornata, è anche una questione importante che le famiglie vorranno prendere in considerazione per quanto riguarda questo film” ha dichiarato la recensione di Focus on the Family

Il film segna l’ultimo sforzo della Disney per spingere sui bambini la normalizzazione dell’omosessualità. Se i bambini recepiranno (come di fatto accade) tutto questo, allora gli attivisti LGBT potranno dormire sonni tranquilli sapendo che ci sarà una prossima generazione di soldatini indottrinati che crederà ciecamente in quanto gli è stato inculcato.