Le comunità LGBT esultano per la conferma del fondatore che ha diretto per 32 anni fino ad oggi il Festival del Cinema Gay di Torino, di cui più volte abbiamo avuto modo di parlare.

Si tratta di Giovanni Minerba, sul quale da qualche giorno circolavano voci di un possibile addio dalla direzione di questo noto Festival gay, nominato e confermato infine  presidente della kermesse dedicata al cinema omosessuale. La decisione è stata presa dal Museo Nazionale del Cinema, con le assessore alla Cultura di Regione Piemonte e Città di Torino, Antonella Parigi e Francesca Leon, e l’assessore comunale alle Pari opportunità, Marco Giusta.

La sua carica proseguirà per i prossimi due anni, fino al dicembre 2018.

Minerba dovrà coadiuvare il futuro direttore, ancora da nominare, nel definire le linee guida del festival mantenute per 32 anni. Il suo compito sarà inoltre quello di costruire un archivio sistematico che ripercorra il sequel  del Festival in tutta la sua storia, Festival che  ricordiamo essere uno tra i più noti al mondo nel suo settore, con grandi finanziamenti nazionali e regionali. 

La volontà della stessa Regione Piemonte e della Città di Torino è infatti quella di creare un corpus accessibile e consultabile per rafforzare studio e la formazione della proiezione cinematografica Lgbt, fortemente voluta dagli organi statali, regionali e provinciali, con il solito fine di diffondere tramite il cinema e i mezzi di comunicazione in generale il diktat dell’omosessualismo imperante.