Naturale non è ciò che semplicemente esiste o ciò che fanno gli animali. Spesso si commette l’errore di pensare che quello che è naturale corrisponda a ciò che una persona istintivamente sente di voler fare. Ma in realtà, gli istinti e le pulsioni sono ciò che accomunano gli uomini agli animali. Ma se quest’ultimi, privi di intelligenza e libertà, seguono la legge dell’istinto, al contrario, l’uomo, essere intelligente e libero è guidato dalla legge della ragione.

Per natura, intesa in maniera corretta, si intende il progetto insito in ciò che esiste e quindi anche, e  in special modo, nelle persone, guidando la loro crescita e il loro sviluppo, il loro modo di essere e di agire.

LA NATURA DI UNA PIANTINA DI LIMONI

Per esempio, la natura di una piantina di limone consiste nel produrre limoni. “Ma è assolutamente certo che la piantina di limoni produrrà limoni? Ovviamente no! La piantina di limoni produrrà limoni solo se riceverà luce e calore, se verrà innaffiata, se verrà liberata dai parassiti… ossia se le condizioni ambientali permetteranno alla sua natura di esprimersi1. Esiste, dunque, una natura, ossia un progetto, che prevede quali frutti debba produrre e a quali condizioni

In tale prospettiva, per progetto si intende ciò che cose o persone farebbero o sarebbero senza il sopraggiungere di interferenze negative nel normale corso previsto dalla natura. Così come tutte le creature, anche l’uomo, creatura per eccellenza, ha una sua natura e quindi, come ogni altro essere, un proprio fine, un suo specifico progetto secondo la sua particolare natura.

L’uomo, a differenza degli animali e degli esseri inanimati, ha una sua natura razionale, cioè è un essere intelligente e libero, capace di realizzare il progetto che scopre nella natura. In questo senso, esiste un progetto che prevede che il bambino nato maschio cresca e diventi uomo e si senta attratto dalle donne. Tuttavia, non è detto che tale complesso processo di formazione della sessualità si compia in maniera armonica, ossia secondo natura. In tal caso, il bambino può non sviluppare appieno la propria identità e si avranno patologie, disordini o disturbi della sessualità umana, ma il mancato verificarsi delle condizioni di sviluppo non significa che non esista una natura e un progetto.

Chiarire il significato del concetto di natura ci aiuta anche a comprendere l’importante concetto, troppo spesso distorto e malinteso, di libertà. In tal senso, libero è colui che vive secondo la propria autentica natura. La libertà di un individuo non consiste nel fare quello che sente, in maniera istintiva, ma consiste nel realizzare il proprio specifico progetto. In questo senso, la normalità è ciò che funziona secondo il suo progetto. L’ideologia del gender nega l’esistenza di una “natura umana” congenita, rifiutando che il destino autentico dell’umanità sia l’eterosessualità.

1 – R. Marchesini, L’identità di genere, Edizioni Art, Roma 2007, p. 26.