Riprendiamo da Gay.it la notizia secondo cui il 2018 potrebbe essere un anno boom dei trucchi per gli uomini. Anzi, il giro d’affari del “make-up for men”, secondo alcuni  esperti, potrebbe arrivare a 43,6 miliardi di dollari entro il 2020.

Sembra infatti che sempre più uomini, non solo omosessuali, siano desiderosi di truccarsi. La pubblicità, il mondo dello sport e della musica offrono del resto numerosi esempi al riguardo.

Il sito commenta la notizia, come ci si può aspettare, con accenti entusiastici, spiegando che col diffondersi del mak-up maschile lo “stereotipo gender” dell’uomo macho è destinato ad essere rimesso in discussione, ma sottolineando per contro che, al pari delle donne, anche gli uomini, poverini, d’ora in poi dovranno far fronte alla pressione psicologica di dover apparire per forza belli in ogni occasione.

A noi sembra che l’esplosione del trucco tra gli uomini, se sarà confermata, sia l’ennesimo chiaro segnale di una società in dissolvimento, dove conta solo l’apparenza, con identità ormai fluttuanti e con edonismo e sensualità galoppanti.