Kellogg’s, la nota multinazionale statunitense che produce alimenti per la prima colazione, ha avuto la brillante trovata di lanciare sul mercato un’edizione limitata (“all together” per l’appunto) che riunisce tutti i suoi cereali in una sola volta.

Lo scopo di questa trovata?

Lanciare un messaggio positivo sui “diritti” della comunità LGBT, insieme a GLAAD (Gay and Lesbiance Alliance against defamation), con cui la Kellogg’s ha stretto un accordo.

La versione speciale conterrà: Corn Flakes, Froot Loops, Frosted Flakes, Frosted Mini-Whets, Raisin Bran, Rice Krispies e tutte le mascotte, da Tony Tiger a Toucan Sam. Ogni confezione costerà quasi 20 dollari e Kellogg’s ha promesso di donarne 50mila a GLAAD.

La nuova edizione è stata lanciata in occasione dello Spirit Day, una giornata annuale che ha lo scopo di promuovere le comunità LGBT.

“Siamo fatti per stare insieme”, ha detto Kellogg in una dichiarazione. “Così, per la prima volta nella storia, le nostre famose mascotte e i nostri cereali saranno offerti esclusivamente insieme nella stessa scatola di All Together Cereal. E’ un simbolo di accettazione; non importa come sei, da dove vieni o chi ami”.

Ma l’iniziativa non è stata ben accolta: molti genitori si sono lamentati, soprattutto su Twitter, affermando che non è bene che i loro figli siano esposti a tematiche così controverse come quelle LGBT.

Anche l’ex repubblicano Mike Schofield ha trovato l’iniziativa assurda perché questo andrebbe a ghettizzare gli LGBT di più: perché infatti non possono avere cereali normali?

Insomma, si tratta di una delle solite trovate commerciali politically correct che però sta perdendo sempre più terreno ormai…