Pochi giorni fa Londra ha dato il benvenuto al primo convoglio ferroviario a tema Pride, dipinto con i colori dell’arcobaleno e che ha lo scopo di fornire ai propri passeggeri un’esperienza Pride, come ha scritto sui social l’azienda che lo ha promosso, la Avanti West Coast.

Il treno è partito da Londra Euston per arrivare a Manchester Piccadilly e per l’occasione è stato scelto un personale dichiaratamente LGBT.

È composto da undici carrozze decorate con colori vivaci che richiamano la tradizionale bandiera arcobaleno ma ha anche i colori nero e marrone, per simboleggiare la comunità nera, così come i colori rosa, blu e bianco della bandiera transgender.

Per ora il treno non ha un nome preciso e la stessa azienda ha lanciato una campagna sul web per cercare un nome adeguato al suo scopo, ovvero “celebrare l’orgoglio LGBT”. 

Il progetto del treno è nato dopo che i vari eventi Pride in programma quest’anno nel Regno Unito sono stati annullati a causa del coronavirus.

L’azienda, che ha iniziato a operare lo scorso dicembre, parla di una scelta per sottolineare “il grande impegno per la diversità e l’inclusione” di Avanti West Coast nei suoi servizi.

È un simbolo del nostro impegno per la diversità e l’inclusione”, ha commentato Sarah Copley, direttrice esecutiva della società di trasporti britannica.

“Si tratta di essere accettati per quello che siamo e di rappresentare la comunità LGBT  che da sempre serviamo all’interno della nostra rete”, ha aggiunto il capotreno Paul Austin. All’interno delle carrozze si troveranno libri LGBTQ e il treno sarà pieno di poster e materiale illustrativo per i passeggeri, presentando informazioni e fatti relativi al Pride anche durante gli annunci a bordo.

Il progetto del treno è ancora una volta una conferma di come la vera discriminazione sia ad opera della comunità LGBT che intende ghettizzarsi sempre di più.